LEGGE SUL CLIMA: APPROVATO L’ACCORDO SULLA NEUTRALITÀ CLIMATICA ENTRO IL 2050
28 Giugno 2021
Recepimento direttiva SUP (Single Use Plastic)
1 Luglio 2021

PREVENZIONE DEI RISCHI E AL CONTRASTO DELLA PRESENZA DELLE ORGANIZZAZIONI CRIMINALI NEL CICLO DEI RIFIUTI.

Il consiglio Regionale della Lombardia, con la deliberazione XI/1908 del 15 Giugno 2021, impegna il Presidente e la Giunta regionale:

− a tenere conto del lavoro di approfondimento, analisi e proposta già presentato attraverso la REL n. 85 “Relazione conclusiva della Commissione d’Inchiesta sul sistema di gestione dei rifiuti in Lombardia” e, in particolare, a promuovere presso i Ministeri competenti la completa attuazione del Registro elettronico nazionale sulla tracciabilità (RENTRI), l’istituzione presso tutte le Prefetture della Lombardia dei Nuclei Ambiente, nonché l’adozione di pene più severe per i reati ambientali;

− a promuovere un migliore coordinamento tra i vari enti coinvolti nelle attività di controllo della filiera dei rifiuti, e, nell’attesa che il RENTRI (Registro elettronico nazionale sulla tracciabilità) e il VIVIFIR (Vidimazione virtuale del formulario di identificazione dei rifiuti) diventino operativi, si proceda ad implementare un sistema di condivisione delle banche dati dei vari enti coinvolti nelle attività di controllo della filiera dei rifiuti, ivi compresi quelli territoriali, con una particolare attenzione alla mappatura geolocalizzata degli impianti di stoccaggio, di trattamento e di smaltimento dei rifiuti delle aziende, in particolare quelle che operano in regime semplificato (ex articoli 214-216 D.lgs. 152/2006) ed una geolocalizzazione anche dei fenomeni incendiari;

− a prevedere all’interno di ARPA Lombardia un aumento del personale dipendente che nell’esercizio delle proprie mansioni sia assegnato a funzioni di controllo;

− a stanziare maggiori risorse finanziarie per il potenziamento di personale tecnico qualificato, anche in collaborazione con le Università pubbliche lombarde, per la formazione e l’aggiornamento del personale, con particolare attenzione a quello di ARPA Lombardia, a quello del corpo delle Guardie Ecologiche Volontarie di cui alla legge regionale 28 febbraio 2005, n. 9 (Nuova disciplina del servizio volontario di vigilanza ecologica) e a quello degli enti locali preposto al controllo territoriale, nonché risorse economiche per investimenti in strumentazione tecnologica, a titolo esemplificativo e non esaustivo, per impianti di videosorveglianza e droni silenziosi, con particolare impegno per i piccoli comuni a cui destinare risorse in via prioritaria;

− a valutare, nell’ambito della revisione dei criteri per la prestazione di garanzie finanziarie da parte degli impianti di gestione dei rifiuti, la possibilità che la garanzia finanziaria sia commisurata al rischio di incendio;

− a fornire agli enti locali e alle Prefetture, ove richiesto, il supporto di Regione Lombardia nell’attuazione di un censimento sul territorio delle aree abbandonate e dei capannoni dismessi, in quanto aree a rischio, al fine di evitare trasporti e accumuli di rifiuti non autorizzati, ed un aumento dei casi di incendi nei depositi abusivi;

− a valutare le modalità di prosecuzione dei controlli dei trasporti transfrontalieri, relativamente ai carichi provenienti dal Canton Ticino;

− a dare un’attuazione definitiva al progetto SAVAGER (Sorveglianza AVAnzata GEstione Rifiuti), anche attraverso un intervento normativo, superando la dimensione progettuale, con la finalità di non disperdere il know how acquisito e le competenze sviluppate.”.

 

CLICCA QUI per visionare la circolare

Comments are closed.